la dottoressa Lafasciano svolge attività di psicologo a bari

Studio di Psicologia dott.ssa Francesca Lafasciano

Opening Hours : Lun-Ven / 14,30-19,30 (su appuntamento)
  Contact : 349 64 48 816

La prossemica: vicini/lontani

Mentre su facebook accettavo nuove amicizie mi sono imbattuta in una pagina interessante dal titolo: “Parole del corpo”. Interessata ho iniziato  a dare un’occhiata ed ho trovato un post molto interessante. Lo riporto di seguito citando alla fine dell’articolo la fonte.

“La prossemica e’ quella disciplina che studia  lo spazio personale e sociale dell’individuo la percezione di esso da parte dell’individuo stesso.

Il  termine e’ stato coniato, nel 1963, dall’antropologo americano Hall per indicare lo studio delle relazioni di vicinanza nella comunicazione interpersonale nel suo aspetto culturale e sociale tradizionale: è infatti il modo con cui ci disponiamo nello spazio (“setting”) che ci permette di trasmettere messaggi non verbali a chi ci sta vicino, mantenendo spesso atteggiamenti emotivi inconsci.

Hall ha scritto nel suo libro “La dimensione nascosta” che la distanza dall’altro nella quale ci sentiamo a nostro agio  dipende dalla propria cultura di origine: sarà diversa la concezione di vicinanza tra italiani, giapponesi, sauditi (in Italia la regola del non-contatto in un bus affollato è difficile da mantenere e il corpo ne risente irrigidendosi o ritraendosi al contatto corpo a corpo ma in Medio Oriente essere toccati, sfiorati o urtati per la strada da un estraneo non desta alcun fastidio).  Nel testo  Hall spiega come gli animali siano geneticamente codificate e trasmesse  le informazioni inerenti proprio alle distanze da mantenere.

La distanza intima implica un grado alto di coinvolgimento in quanto si acuiscono tutte le percezioni sensoriali (esempio la lotta o l’amplesso dove testa, pelvi, cosce si tocca con facilità) mentre in quella di lontananza avviene il contrario (tali parti del corpo difficilmente si toccano). Toccare a parte anche la voce con cui si parla all’altro varia a seconda della distanza per cui una distanza intima comporta un parlare sussurrato mentre una distanza sociale necessita di un parlare a voce alta.

In una società ispirata al “non-contatto” la distanza personale è quella rispettata dai membri in cui la fase di vicinanza va dai 45 ai 75 cm; distanza questa entro la quale si potrebbe allungando il braccio afferrare l’altra persona. Soltanto persone in contatto intimo possono entrare nella “bolla personale” che altri non possono violare (a meno che non siano intimi!).

Nella distanza sociale si è ancora un po’ intimi con l’altro e si possono discutere argomenti personali tanto che non è necessario alzare la voce per farsi sentire ma non si percepisce il calore del corpo dell’altro e questo impedisce appunto di instaurare intimità e/o mettere/sentire  disagio.

La distanza sociale prevede due distanze: quella da 120 a 210 è quella che usiamo quando lavoriamo, trattiamo affari, situazioni in cui dobbiamo mantenere una conversazione; la distanza da 210 a 360 è quella che usiamo negli incontri formali o quando siamo a contatto col pubblico dove non siamo obbligati alla conversazione pur svolgendo il nostro lavoro.

Ma anche in casa con la famiglia ci si impegna in conversazioni brevi pur dedicandoci alla nostra attività preferita, prediligendo quindi  la distanza sociale di cui sopra.

La distanza pubblica poi (dai 360 cm in poi) è quella che da maggior sicurezza perché permette alla persona di potersi allontanare, fuggire, difendersi, reagire secondo istinto; quella in cui si parla a voce alta e in modo formale. Da qui una bolla di 7 metri implica il ruolo di personaggio pubblico che deve usare molta mimica, tono e volume alto di voce, usare molta gestualità nonché linguaggio del corpo.

Eccoci qua! Siamo arrivati alle parole corporee.

thoughtfarmer_proxemics.png

Questa la classificazione di Hall sulla distanza interpersonale:

Distanza intima                 0 cm – 45 cm

Distanza personale          45 cm – 120 cm

Distanza sociale             120 cm – 350 cm

Distanza pubblica                  oltre i 3,5 m”

Per chi volesse chiedere info o amicizia questo il link/fonte: http://www.facebook.com/pages/Parole-del-corpo/170713506277354

3 Comments
  1. michele

    grazie per queste preziose informazioni

  2. francesca lafasciano

    figurati michele. sono state PREZIOSE anche per me…ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *