la dottoressa Lafasciano svolge attività di psicologo a bari

Studio di Psicologia dott.ssa Francesca Lafasciano

Opening Hours : Lun-Ven / 14,30-19,30 (su appuntamento)
  Contact : 349 64 48 816

Counseling notizie

Cosa è il counseling? Il counseling è un percorso di crescita volto ad affrontare quei problemi che impediscono una buona realizzazione di noi stessi nelle relazioni con gli altri (nella coppia, in famiglia, sul lavoro, con gli amici, ecc.). Per migliorare la qualità dei rapporti, per ritrovare energia o per superare un’esperienza difficile,  alcuni incontri di counseling possono essere di grande aiuto, in quanto permettono di prendere consapevolezza della situazione che si vive, di sbloccare le proprie risorse interiori e scoprire nuove possibilità di comportamento.

È bene sapere che un percorso di counseling non è una psicoterapia, ma consiste in una serie di incontri, guidati da un professionista specificamente formato chiamato counselor, rivolti ad attivare le potenzialità delle persone. Sono dunque ottimali per chi sta incontrando alcune difficoltà nella vita ma non presenta disturbi o patologie. Il counseling, infatti, si concentra sul presente della persona e sul problema specifico affrontandolo con metodologie riportabili ad un colloquio tra adulti. Ad ogni modo, un buon counselor lavora in rete con altre figure professionali e può orientare il cliente, una volta emersa la necessità, a successivi incontri con quella più adeguata alla propria situazione (psicoterapeuta, psicologo, medico, mediatore familiare, avvocato, ecc.).

La Società Italiana di Counseling riconosce come requisiti indispensabili per esercitare la professione di counselor:

– aver frequentato un corso specifico con durata triennale presso una scuola accreditata;

– aver effettuato un congruo tirocinio sotto la supervisione di esperti;

– essersi sottoposto ad un percorso di psicoterapia personale;

– effettuare un continuo aggiornamento professionale.

Tre storie di persone che hanno chiesto di fare counseling

Racconto del counseling attraverso tre brevi storie vere di persone che ho seguito come counselor. I nomi sono cambiati e glisso su ciò che potrebbe renderli riconoscibili.

Claudia è una quarantenne in fase di separazione. Madre di due bambini, ha appena saputo che il marito non ne vuole più sapere di lei e che se ne va di casa. Il mondo le crolla addosso. Capisce che il sostegno pur prezioso di amiche e parenti non è sufficiente in un momento così delicato e decide di affrontare un percorso di counseling. Il punto di partenza è il suo dolore, ma anche la voglia di cambiare. Intraprendiamo così una strada di otto incontri nei quali rileggiamo gli squilibri relazionali e comunicativi con il marito, diamo voce alle forti emozioni che si porta dentro orientandole a scelte positive, ragioniamo sulle scelte più “sagge” da fare per riuscire a vivere al meglio la fase di separazione, specie nei confronti dei figli.

Al termine del percorso Claudia comprende di essere cresciuta e si sente più forte, la fase più cupa è passata ed ha riscoperto in sé nuove energie.

Michele ed Anna sono una coppia con figli. Chiedono un incontro di counseling per esporre alcuni dubbi su come gestire una figlia in fase pre-adolescenziale che li lascia un po’ turbati. Dopo due incontri di coppia, il percorso prosegue con sette incontri fatti solo con Anna perché molti equilibri familiari si reggono sulle sue modalità relazionali e comunicative che vanno comprese e gestite meglio. Nell’ultimo incontro ricreiamo una seduta di counseling di coppia. Al termine del percorso, Michele ed Anna hanno compreso meglio i ruoli che recitano nella coppia e le conseguenze di tali ruoli sulle dinamiche con i figli. Decidono di prendersi alcuni mesi di riflessione e prova, al termine dei quali decideranno se stanno bene così o necessitano di un lavoro più approfondito da fare come psicoterapia di coppia, per la quale li oriento verso dei professionisti specializzati.

Dino è uno studente di un master post-universitario. Anche in questa esperienza entusiasmante, così nuova e diversa da quella universitaria, vive relazioni molto turbolente con i colleghi e con i docenti, il che rovina la qualità dei suoi risultati e la sua serenità. Nei cinque incontri di counseling che facciamo, ripercorriamo le emozioni, i pensieri e le azioni dei momenti critici ed elaboriamo delle possibilità di comportamento diverse. Il risultato è sorprendentemente positivo e nelle sue esperienze professionali successive i suoi capi lo lodano per come si relaziona in maniera costruttiva con i colleghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *