la dottoressa Lafasciano svolge attività di psicologo a bari

Studio di Psicologia dott.ssa Francesca Lafasciano

Opening Hours : Lun-Ven / 14,30-19,30 (su appuntamento)
  Contact : 349 64 48 816

Musicoterapia

Ho conosciuto un musico terapeuta, un maestro dell’anima, ed una maestra del corpo connesso all’anima: Mauro Scardovelli e Carolina Bozzo. Ho appreso da loro, all’interno di un corso sulla bioergetica e sulla musicoterapia svolto presso la IKOS AgeForm, scuola di psicoterapia integrata sita a Bari, quanto valore abbiano queste discipline ed in che modo vadano applicate. C’è una base necessara: l’amore per le persone, tutte le persone…e il secondo presupposto è che ci siano cose adatte a quelle persone e solo a quelle. Ognuno ha diritto alla propria attenzione, alla tecnica più giusta per agevolare lo scorrere della sua vita.

Per saperne di più potete consultare il blog di Mauro Scardovelli  all’indirizzo: http://mauroscardovelli.wordpress.com/ ….nel frattempo io contnuo con qualche notizia sulla musico terapia.

La musicoterapia è basata sull’idea che la musica se usata correttamente:

agisce sul sistema neurovegetativo (che regola le funzioni del corpo quali la traspirazione, il ritmo cardiaco, la pressione sanguigna).

facilita la liberazione delle emozioni e delle risorse creative  di ciascuno.

A differenza dei metodi di cura basati sulla separazione di mente e corpo (come nella psicoterapia e nella medicina tradizionale), la terapia musicale ha un approccio olistico, che riguarda cioè sia la parte spirituale che quella fisica dell’individuo: i suoni, infatti, provocano nello stesso tempo reazioni emotive e risposte fisiologiche, per cui nella cura con la musicoterapia mente e corpo vengono considerati nella loro unità.

Diversi studi ed esperienze attuati in molti paesi hanno dimostrato l’importanza della musica nella vita dell’uomo e lo stimolo positivo o negativo che il fenomeno musicale può avere sulla sfera affettiva dell’individuo e sul suo stesso equilibrio psicofisico.

La musica, infatti, superando i filtri logici e analitici della mente, riesce a entrare direttamente in contatto con i sentimenti e le passioni più profonde e a stimolare la memoria e l’immaginazione fino a provocare vere e proprie reazioni fisiche.

Ascoltare e “fare” musica in prima persona, dunque, può rilassare, divertire, attivare le energie fisiche e mentali, favorire il contatto con le parti più profonde di noi stessi.

I campi di applicazione della musicoterapia sono diversi. Questa tecnica si è rivelata molto utile nel miglioramento dei disturbi provocati dall’ansia e dallo stress. Le sedute di musicoterapia, infatti, possono distendere efficacemente i soggetti troppo tesi o, al contrario, restituire ottimismo e vitalità a quelli che soffrono di momenti di apatia o di depressione.

-La musica può affiancare una psicoterapia, in quanto aiuta il soggetto ad esprimersi e a comunicare attraverso i suoni. In alcuni casi, poi, la terapia musicale costituisce un utile sostegno psicologico alle cure di disturbi fisici anche seri perchè offre un’occasione di svago e di gradevole rilassamento e può contribuire a uno stato di benessere generale

-L’ascolto è indicato nella preparazione al parto: le sessioni di rilassamento con la musica, infatti, sono calmanti e utili per le gestanti. Una melodia di sottofondo dolce e tranquilla, inoltre,rende più piacevole l’esperienza del parto.

La terapia musicale si rivela efficace anche nell’ambito della riabilitazione delle persone che hanno problemi motori e di origine neurologica.

-La musicoterapia, infine, è stata sperimentata con successo nella cura di malattie serie come l’autismo, una malattia che si manifesta nell’infanzia e che compromette la vita di relazione, l’uso del linguaggio e lo sviluppo mentale.

Fonte: http://www.angeliinterra.com/pagina2.htm

One Comment
  1. Francesca Lafasciano

    Sarà un normale-creativo, con quel pizzico di stravaganza che non guasta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *